Loading...

controllo 24 ore su 24. tecnologie sconosciute. microchip sottocutanei. cavie umane per esperimenti medici militari. spionaggio satellitare. sintomi indotti. craving artificiale. militari appostati. pedinamenti di gruppo. intrusioni e sabotaggi. ritorsioni su familiari. poliziotti complici. condizionamento mentale. ... scrivimi a angymary64@gmail.com

domenica 28 giugno 2009



stasera e' stata un po' una sera di rivelazioni spontanee, intuizioni psicofisiche profonde e constatazioni limpide, cristalline, di quelle che dici ...eureka!!
peccato che contemporaneamente mi sia venuta una gran pelle d'oca, i brividi, mal di testa, e mi e' aumentato fortemente il ronzio continuo che ho nelle orecchie, sembra quasi che mi debbia scoppiare la testa...
se dovessi dire cio' che sto per scrivere alle persone sbagliate avrei un ricovero in psichiatria assicurato.
gia' perche' ho avuto la chiara percezione, di cui ormai sono sicura, di avere un impianto micro-oculare.
in pratica mi hanno piazzato una microtelecamera collegata in qualche modo al nervo ottico. vedono cio' che vedo io. trattasi di un esperimento di cibernetica, interazione uomo-macchina. invio il film in progress della mia vita a qualcuno che se lo guarda, e non e'certo uno spettatore passivo, puo' interagire e modificare lo svolgimento degli eventi, tagliare le scene che non gli piacciono...da brivido no?

quindi ho una doppia vista. una mia e una artificiale, che trasmetto in remoto ovunque mi trovi. ecco perche' vedo certe piccole fonti luminose doppie.

ecco perche' ho spesso la sensazione di vedere come attraverso un monitor in alta definizione. ecco perche' quando c'e' la luce bassa mi sembra di vedere uno schermo a cui mancano piccoli pixels in divesi punti, zone opache del quadro d'insieme che compone la mia visuale. mi hanno fornito un microchip difettoso! potevano almeno darmi anche la visione notturna inclusa nel pacchetto...
ho capito il perche' di un sacco di cose. tutti i miei problemi agli occhi, alla vista periferica, le microcicatrici sotto l'occhio destro, le pinguecole nella sclera, l'ipersensibilita' e la progressiva contrazione degli occhi, come se si fosseo ristretti ed incavati nel cranio.
il dispositivo evidentemente si interfaccia alla situazione ambientale,trasmettendo e ricevendo contemporaneamente, e probabilmente per essere tradotto in immagini vere e proprie e per reinviarle a destinazione (quale?) ha bisogno di un supporto digitale esterno, che si evidenzia attraverso l'uso di tecnologie satellitari, o laser, a infrarossi, ultravioletti o altri tipi di luce non visibile ad occhio nudo.
o meglio, guardando con attenzione le luci nei luoghi dove permango, specie quelle piccole tipo le spie degli elettrodomestici, o le stelle, si puo' vedere un leggero sdoppiamento. questo si vede anche dalle foto se prese senza flash. si vedono anche ombre ad alta definizione e riflessi digitali, solo che nessuno ci fa caso, a parte me.

il fatto che io sappia di avere un microimpianto di questo tipo e'per me abbastanza sconvolgente, anche se gia' lo sospettavo da tempo, ma non ci ho voluto credere finora, ho spesso scacciato il pensiero.
eppure la sensazione di grande fratello tornava...ed ora mi rendo conto che per un po' di tempo ho continuato ad accumulare dati alla rinfusa, che improvvisamente si sono incastrati perfettamente gli uni con gli altri producendo una conclusione logica. non si tratta di nulla di nuovo, gli impianti di microchip nel nervo ottico sono cosa assodata, come si puo' leggere qui:

e mi torna tutto: le sensazioni di stare trasmettendo la mia posizione, attraverso il mio punto di vista, a gli spioni che mi stavano cercando nei paraggi... le persone che si avvicinavano puntando un cellulare verso di me e mia conseguente pulsazione in un preciso punto dell'occhio destro, con sensazioni di onde in arrivo ed alterazioni della visione... il fatto che non mi perdano mai di vista...

il video presuppone inoltre che ci sia anche l'audio, e forse a quest'ultimo lo spionaggio con metodi tradizionali potrebbe essere sufficiente. cerco di trovare motivi per scartare questa ipotesi ma trovo solo conferme.
a gennaio 2004 tornai a casa dopo essere stata a cuba e in messico, e come accennavo nel post precedente il viaggio e' stato molto strano, specie le due settimane a cuba, di cui ricordo solo la meta' dei giorni. la cosa che ricordo molto bene e' che tornata a casa mi trovai un lavoro in un call center, e non sopportavo assolutamente la luce dei computer...arrivai a lavorare con gli occhi chiusi. quando dovevo scrivere mettevo gli occhiali neri.
da allora hanno cominciato i disturbi agli occhi, arrossamenti, infiammazioni, sensibilita' alla luce, riflessi strani, sdoppiamenti... fino ad arrivare, specie quest'anno in cui ho i sensi resi piu' svegli dalle pratiche spirituali, a vedere qualcosa che potrei definire come "trasmissione delle immagini residue", specie se si tratta di luci, quando ho gli occhi chiusi.
ma non mi sto a dilungare su questo, anche se ne avrei da scrivere per ore.
la domanda e' sempre quella: perche' tutto cio'??? prche' io???
forse e' uno di quegli esperimenti che testano nuove armi o nuove "conquiste della scienza". spot del tipo, sei diventato cieco? fatti un bel microchip oculare, ci vedrai meglio di prima, e per noi non avrai piu' segreti!
evidentemente questo esperimento poteva essere fatto solo su un campione di pochissimi "privilegiati", che soddisfassero tutta una serie di fattori che li rendevano candidati adatti. forse anche la conformazione del cranio, o degli occhi, o delle orecchie, il gruppo sanguigno, la personalita', boh...
non importava che uno fosse un grande campione di ciclismo e un'altra una ragioniera tossica mezza recuperata.
o forse c'e' un'altra spiegazione.
hanno scelto me e Marco Pantani per motivi, abbiamo qualcosa d'altro in comune, che non e' fisico. abbiamo un'Anima simile.
caratteristiche fisiche in comune non ne vedo,per ora, anche se non ho dati sufficienti per comparare i miei coi suoi, ma caratteristiche molto simili di tormento interiore, di grande solitudine, patita ma allo stesso tempo voluta, di diversita' e alienazione dagli altri, di anima sofferente e antica ne vedo molte.
certo questo vorrebbe dire dar ragione alla tesi di Malanga, delle abduction aliene e via dicendo, qualcuno vorrebbe trapiantare un'anima in altro corpo, e non riuscendoci nel frattempo la monitora attraverso l'impianto di microchip e spionaggio.
ma a parte le elucubrazioni esoteriche, che devo ancora ruminare per un po', esistono dei punti basilari, dei fatti in comune con la storia di Marco Pantani.
fin dal preciso istante in cui ho letto il giornale e visto in tv la notizia della sua morte, il 14 febbraio 2004 in un residence di rimini, ho avuto la certezza che avesse avuto addosso la stessa identica organizzazione criminale che mi porto appresso io.
quando vidi le immagini del miniappartamento a soqquadro, immaginavo cosa fosse successo. rivedevo casa mia.
infatti e' successa la stessa cosa anche a me varie volte, sono che io sono ancora qui, e potrei anche raccontarlo, se qualcuno mai mi credesse...
il fatto che impedissero ad entrambi di usare cocaina potrebbe essere motivato dalla natura del microimpianto oculare o di altri aggeggi ad esso collegati,che avrebbero prima avuto una visione distorta, poi si sarebbero distrutti, andando in corto circuito...una sovraeccitazione delle reti neuronali...
o forse a una particolare condizione di fluidita' in cui deve restare il flusso sanguigno, il cui calore costante produce energia.
infatti sia a me che a Pantani l'uso della sostanza rendeva il sangue grumoso, denso, scuro, quasi solido. anche a minime quantita'. questo non accade usando altre sostanze come eroina, cannabis, o alcool. in ogni caso sono quasi certa che la fluidita' del sangue di entrambi fosse manipolabile dall'esterno, da questa gente. un giorno mi punsi un dito ed usci' un sangue che sembrava annaquato, rosa, sgorgava senza accennare a fermarsi e non aveva quasi niente del mio sangue "normale". altre volte era scurissimo, e denso come miele.
e' vero che la causa della morte di Pantani e' stata la troppa cocaina, ma non nel modo in cui intendono loro.
secondo me ne aveva comprata tanta, perche' sapeva gia'che una buona parte gliela avrebbero fatta sparire sotto il naso, ovunque avesse provato a nasconderla. gliene avrebbero impedito l'uso in qualsiasi modo.
per questo l'unica soluzione alla fine fu di mettersela in bocca. li dentro non possono entrare con la loro tecnologia di realta' virtuale, per cui accedono ad appartamenti o automobili e vi compiono azioni stando fisicamente in un altro ambiente, li' non possono accedere, se uno non apre la bocca.
e hanno provato anche questo alla fine, hanno lottato e lui ha ingoiato diversi grammi ed e' andato in overdose.
sicuramente hanno provato a rianimarlo o a salvarlo in qualche modo, sia andando fisicamente sul posto sia chiamando il proprietario del residence, che a sua volta chiamo' il segretario perche' andasse a controllare, ma arrivarono troppo tardi.

non credo che l'autopsia abbia effettuato raggi x o risonanza magnetica allo scopo di individuare eventuali corpi estranei come microchip, e chissa' se li avrebbero trovati, forse hanno avuto tutto il tempo di rimuoverli...infatti sono passate due ore dall'inizio dei soccorsi, come descritto e denunciato da familiari e giornalisti indipendenti che hanno indagato sulle circostanze.

sabato 27 giugno 2009

conferme da strasburgo e urgenza di testimoniare

stasera non so da che parte cominciare.
eppure devo pur scrivere qualcosa, perche' non so fino a quando saro' in grado di farlo, sia per il peggioramento continuo della mia condizione visiva sia per un certo presentimento che ho su qualche possibile procurato incidente che potrebbe capitarmi.
sicuramente non si tratterebbe di un incidente mortale, visto che in piu' occasioni i perpetrators hanno dimostrato che per i loro scopi io gli servo in vita, ma di qualcosa che magari mi renda del tutto stupida, lobotomizzata, o incapace di comunicare ed interagire con gli altri, e qui o mi tagliano la lingua e le mani e magari mi accecano pure, (scherzo, ovviamente non hanno bisogno di usare questi mezzi primitivi, esistono veleni che causano la paralisi) o mi sequestrano, o mi ricattano.

vabbe' allora visto che stasera sono un po' confusa e ho pensieri lugubri mi limito a dire alcune cose che ho detto ad alcuni partecipanti alla dimostrazione di Strasburgo, e che i perps avranno diligentemente registrato, quindi sono informazioni gia' in loro possesso e non gli fornisco nuovi vantaggi.
sono consapevole del fatto che cercando la verita' circa la mia vitaspiata perdero' probabilmente la vita, e forse non solo io, e devo dire che me ne frego o quasi.
piu' proseguo nel mio tortuoso cammino spirituale piu' sento che e' meglio morire per qualcosa, tanto dobbiamo morire tutti comunque, quindi tanto vale farlo per cio' che sento sia piu' importante.
per quanto riguarda eventuali vendette trasversali ho superato la fase di paura, quella che fa pagare la tangente agli imprenditori del sud italia, o che fa zittire i testimoni a cui ammazzano la moglie il giorno prima del processo...quella paura che nel mio caso si mescolava al senso di colpa che provavo nei confronti di mio figlio, o di altri miei famigliari, e che in passato mi bloccava di fronte agli evidenti messaggi intimidatori che i perps mi inviavano. chissa' forse ora sono piu' "sveglia" o forse si trattava anche di condizionamento mentale e questo ha smesso di funzionare, sta di fatto che oggi come oggi non reagirei piu' nello stesso modo ma la prenderei come una sfida.

- ho avuto conferma da alcune persone presenti dell'uso abbastanza frequente di reti di agenzie private di investigazione ed intelligence da parte di svariate multinazionali quando vogliono informazioni su persone scomode, nonche' di settori "occulti" di enti pubblici, governativi, militari, che non vogliono far sapere a nessuno di certe loro "covert operations".

- ho avuto conferma del modo di agire dei perps, che noleggiano flotte aziendali di automobili per seguire strategicamente i target, che si sostituiscono ai vicini di casa, ai colleghi ai conoscenti con cui i target hanno piu' spesso a che fare, specie per quelle missioni a tempo indeterminato, in cui la cavia viene monitorata a vita, come pare sia il mio caso, missioni per cui non esiste un tetto al budget impiegato, quindi possono venire comprati appartamenti, possono essere impiegati gruppi di attori a pagamento, che ad esempio impersonano i vicini di casa, per decenni!(non so se vi viene anche a voi in mente il film the truman show...)

- ho avuto conferma di alcune tecnologie di altissimo standard ma di uso comune in questo mondo, che riguarda le tracking card o come diavolo si chiamano, cioe' microscopici e trasparenti chip in grado di tracciare la posizione dove vengono appiccicati, (ecco perche' a me toccavano distrattamente lo scooter, o le auto che prendevo a noleggio, applicavano un tracciamento temporaneo, in attesa del momento buono per entrare nel veicolo e piazzare qualcosa di definitivo), questi piccolissimi gadgets tecnologici vengono anche applicati su vestiti, borse, capelli...basta che un passante ti urti mentre stai camminando e te lo passa, o una ragazza che si siede al tuo fianco in biblioteca che distrattamente appoggia la sua borsa alla tua, eccetera eccetera eccetera....

- ho avuto conferma dell'uso di tecniche ipnotiche di condizionamento mentale, dell'invio di pensieri subliminali al subconscio dei target a cui si vuole modificare il comportamento e le decisioni nel modo voluto. egli non si rendera' conto di stare pensando pensieri non propri ne' di prendere decisioni autonome, ma si comportera' come un vero e proprio manchurian candidate, uno zombie sotto ipnosi!
questo pone innumerevoli questioni in gioco e interrogativi a non finire, anche perche' entra in gioco anche il condizionamento dei ricordi e il loro possibile estrapolamento dall'inconscio sottoposto ad ipnosi, e perche' non si hanno dati certi ed ufficiali in tal senso, a parte le testimonianze di alcuni ex perps e quelle di noi targets, che pero' non forniscono prove.

qui apro una parentesi e dico una cosa che mi e' scappata parlando con un ex perpetrator "pentito", uno che faceva lo spione per soldi e che poi ha incontrato gesu' cristo e deciso di cambiar vita, salvo diventare a sua volta un target da parte dei suoi ex colleghi, ma che ancora devo elaborare interiormente, e cioe' che ho il forte sospetto di aver compiuto azioni sotto spinta di mind control o perlomeno di condizionamento ipnotico, specie per quanto riguarda un viaggio che ho fatto a cuba nel dicembre 2003.
credevo di aver deciso di partire per i tropici perche' mi trovavo sola e disperata per tutta la situazione allucinante che stavo vivendo, e di aver scelto Cuba perche' c'era un volo di linea last minute a 150 euro...ma ho poi scoperto che in quelle due settimane in cui io sono rimasta sull'isola, senza riuscire mai una volta a muovermi da L'Havana, c'era anche Marco Pantani.
le circostanze sospette sono due, la nostra presenza contemporanea, quasi avessimo appuntamento li senza saperlo per fare qualcosa che si poteva fare solo li', e il mio strano soggiorno in citta', senza mai lasciarla e andare dove vanno tutti i turisti e cioe' a santa clara, o a varadero, o vicino a guantanamo...niente, sono rimasta due settimane intere a bighellonare in centro o a guardare la noiosissima tv cubana.
forse avevo un ordine ipnotico di non lasciare l'havana.
forse il ragazzo incontrato per strada, che mi affitto' un appartamento e mi fece da guida era pagato per stare con me. di sicuro gli fu detto che non doveva procurami cocaina, ricordo che glielo chiesi apposta uno degli ultmi giorni per vedere la sua reazione, torno' dal suo giro a mani vuote e con qualche scusa.(come saprete i cubani procurano ai turisti due cose, coca e sesso, e piu' lo fanno piu'ci guadagnano, di solito, ma non nel mio caso).
forse mancano dei giorni o delle ore alla mia memoria, e nell'inconscio ho dei ricordi rimossi di qualcosa che e' successo. mi e' venuta alla mente l'eccellente ricerca medica universitaria cubana e la microchirurgia oculare...chissa' perche'...
sto cominciando a chiedermi se tante delle cose che ho pensato deciso e fatto negli anni dal 2000 in poi non siano frutto di condizionamento mentale.
meglio andarci piano, gia' ho mal di testa... che faccio mi metto il casco anti mind control come il tipo che ho conosciuto a strasburgo? avvolgo la testa nell'alluminio foderato di rame magari con un po'di veclam?
meglio partire dai fatti certi.
dal basico, crudo ed aggressivo gang stalking che ho subito per anni. dai miei ex vicini che sono sicuramente coinvolti.
da quella cosa in comune che abbiamo sicuramente io e marco pantani, e che riguarda o il sangue, o i neurotrasmettitori legati all'uso di cocaina, o la nostra anima.
ma qui i discorsi si fanno troppo ingarbugliati.
a presto. se ci siete battete un colpo.

domenica 21 giugno 2009

il settimo senso e lo zaino pesante

ultimamente ho ripreso in mano un libro scritto da una ex "spia-psichica" che ha lavorato tutta la vita per l'esercito americano e i servizi segreti. questo signore, ora pensionato, ha aperto una sua propria agenzia dove insegna a sviluppare le capacita' extrasensoriali. ed e' molto interessante la sua testimonianza sui progetti per decenni finanziati segretamente sia dagli usa che dalla russia sulla ricerca dei poteri nascosti della mente umana, su come condizionare i pensieri altrui(a quanto dice lui e la sua squadra riuscirono ad instillare idee subliminali anticomuniste in gorbachev quando prese in potere, e le ritrovarono espresse alla lettera nel suo famoso discorso di fronte alla patria), a come entrare nelle percezioni altrui anche visive e uditive - ad esempio si mettevano in contatto con un ostaggio americano rapito, o con un criminale in fuga, riuscendo a descrivere il luogo dove si trovavano o cio' che veniva detto nella stanza).
la cosa importante e' che questo tipo di poteri mentali non vengono considerati affatto parapsicologici o paranormali, ma naturalmente in nostro possesso anche se del tutto inutilizzati, quindi da riscoprire e da allenare continuamente fino ad arrivare a renderli parte del bagaglio della nostra coscienza.
ero troppo incuriosita e sono saltata all'appendice finale dove l'autore da' una piccola serie di esercizi per chi volesse muovere i primi passi con la PEC - percezione extrasensoriale controllata - e ho trovato una incredibile corrispondenza:l'esercizio ritenuto piu' importante e' quello di sviluppare la sensibilita' ambientale, e va fatto restando pienamente consapevoli delle proprie sensazioni ogni volta che si passa una porta, che si varca una soglia da un ambiente a un altro....beh, non ci potevo credere, ma questo e' uno degli esercizi base del corso di "risveglio della coscienza" che avevo fatto poco tempo fa, con la piccola differenza che qui si parla di rimanere presenti, di ricordarsi di se'...ma sempre di farlo quando si sta attraversando una porta.
sempre piu' piccole tessere del puzzle si stanno mettendo insieme. mitakuye oyasin, tutto e' collegato, io sono una parte del tutto e il tutto si specchia in me, ogni parte dell'universo e' in relazione con me.
e come nel caso delle abductions di corrado malanga si uniscono concetti filosofici, fantascientifici, spirituali e politici, qui le scienze esoteriche come l'alchimia, la gnosi, l'occultismo, vanno a braccetto con le ricerche militari e i progetti top secret dei dipartimenti scientifici piu' avanzati di vari governi.
ci sono ancora alcune tessere che fanno fatica a trovare una collocazione, ma su cui sto lavorando e su cui ho intenzione di confrontarmi con altri target, persone usate come cavie da esperimenti come me. se qualcuno mi legge, a parte i miei spioni, che rimanga in contatto!
sono a Strasburgo, nord della Francia al confine con la Germania, l'Alsazia. per arrivare qui mi sono sparata un viaggio lunghissimo prima in macchina e poi in autobus. praticamente 3 giorni di viaggio, speriamo che ne valga la pena.
ho notato che i miei "inseguitori", o come definirli, stalkers, spioni, detectives in missione di "pedinamento continuo ma discreto", nell'ultimo periodo cercano di farsi notare il meno possibile, cosi'da un po' di tempo a questa parte non si sono stranamente verificate le solite effrazioni, intrusioni in casa o in auto, non ho trovato serrature oliate o fuori posto, ne' ho notato manomissioni particolari nelle mie pertinenze, sostituzioni di oggetti, ne'mi sono imbattuta nei soliti spioni da agenzia investigativa da quattro soldi che mi seguono con la massima indifferenza al fatto che me ne accorga o no, anzi cercando di farsi notare mentre inviano l'sms alla centrale, quando gli passo vicino.
cosa vorra' dire? di sicuro non significa che abbiano deciso di mollare la presa. forse si tratta di un momentaneo allentamento strategico, per potermi fregare meglio in un secondo momento, e quando saro' distratta e presa da altre cose...mi prenderanno di sorpresa con i loro effetti speciali.
questo e' gia' successo varie volte in passato, e cerco pertanto di stare sempre all'erta, contrastando la mia naturale tendenza a sognare ad occhi aperti, a distrarmi, ad immaginare situazioni da film, come un'eterna adolescente.
cerco anche di prendere alcune contromisure, purtroppo poco efficaci finora, e cioe' di portarmi sempre dietro tutte le cose importanti: portafoglio, passaporto, chiavi di casa e di auto comprese le seconde chiavi, documenti vari, netbook con relativa batteria, cellulare, macchina fotografica e relativa batteria, piccola scorta di pillole, eccetera.
a volte mi costa parecchio e letteralmente mi pesa portarmi dietro ovunque un grosso zaino pesante come un sasso, e tante volte ho la tentazione di lasciarlo a casa, specie quando sono da amici che non sanno della mia situazione e mi dicono "qui e' tranquillo, non entra nessuno, non e' mai successo niente!" poveri ingenui, ignorano che in soli cinque minuti gli spioni possono entrare ed uscire da casa loro senza lasciare traccia e senza farsi notare da nessuno.
se lo sforzo di portarmi sempre dietro un tot di cose viene in un certo modo ripagato per quegli oggetti come passaporto e documenti, che almeno cosi' sono salvati dall'essere cosparsi di sostanze lubrificanti, o dalla contraffazione, o dall'inserimento di microscopici chip o altre diavolerie, per quanto riguarda gli oggetti tecnologici e' uno sforzo praticamente inutile.
il mini notebook, il cellulare, la fotocamera, funzionano con una batteria che per forza di cose deve essere caricata da una presa elettrica, e la loro tecnologia, come ho gia' detto in altri post, si basa proprio sul potersi infiltrare - immagino con un software apposito - nella normale rete elettrica, quindi tutti questi oggetti sono facilmente piratabili a distanza, senza doverli per forza sottrarre per averli fisicamente in mano.
a volte, specie nei primi tempi dopo l'acquisto di un nuovo telefonino o fotocamera, andavo nei bar o negli internet cafe' a ricaricare la batteria, ma non sempre mi e' possibile, e non e' affatto detto che serva, visto a quanto pare dispongono di una mappatura di tutta la rete elettrica a cui possono accedere in tempo reale, cosi' come la rete telefonica del resto.
e' inutile, con la tecnologia non c'e' alcun modo di sottrarsi al controllo e allo spionaggio, perche' gli apparati militari dispongono di una potenza di mezzi e di conoscenze incredibilmente piu'avanzata e complessa di quella a cui posso avere accesso io o le persone comuni.
l'unico modo per sottrarsi al controllo e' di non usarla affatto: rinunciare al cellulare, al computer, alla macchina, alla tv, all'elettricita'in generale...ma non e'facile... e anche se vai nei posti piu' fuori dal mondo ti rintracciano via satellite...ti possono leggere nel pensiero e vedere attraverso i tuoi occhi, o con i microchip che ti hanno impiantato sottopelle o nelle scarpe!

domenica 14 giugno 2009

foto di riflessi digitali












appello per l'approvazione di una legge europea contro le sperimentazioni su esseri umani

riporto qui una parte del testo presentato ai media e a varie istituzioni in previsione della dimostrazione che si terra' a Strasburgo, anche se non condivido certe parti e altre non sono ben espresse:


Siamo vittime di aggressioni con armi elettromagnetiche e neurologiche, e siamo riunite nell'associazione Federation Against Mindcontrol Europe" (FEDAME).

Stiamo organizzando una manifestazione pacifica il 22 giugno dinanzi alla Corte europea dei diritti dell' Uomo, Allée des Droits de l'Homme e il 23 giugno dinanzi al Consiglio di Europa, dalle 9:30 alle 17:30, in entrambi i casi.

Vogliamo manifestare contro l' utilizzo di armi psicotroniche, elettromagnetiche e neurologiche, utilizzate su cittadini innocenti con finalita' di tipo nazista ,ed esigiamo una legge a livello europeo che proibisca la fabbricazione, il possesso, il trasporto, il commercio e l' utilizzo di tali armi.
Desidereremmo insistere sulla necessità d' imporre agli stati membri una direttiva del Parlamento Europeo.

IL NOSTRO APPELLO

Non siamo agitatori politici. Siamo dei cittadini onesti alla ricerca della pace, della salute e della libertà. Contro la nostra volontà, siamo stati messi in una situazione disperata : cio' che ci preme e' impedire che nessuna persona possa essere usata contro la sua volonta' in queste sperimentazioni che costituiscono una minaccia per tutto il genere umano .
Sapete che, da oltre 20 anni, cittadini innocenti della nostra cosí detta "democrazia" sono torturati a domicilio, attraverso pareti e finestre?
Non esiste più nessuna vita privata con gli apparecchi detti " through-the-wall" , che vedono attraverso le pareti.
Chiunque può essere seguito negli angoli più riposti della sua intimità, ed essere seguito dovunque vada. Oggi, quante persone si fanno maltrattare fisicamente e psichicamente per mezzo dell' uso criminale di apparecchi che emettono microonde?
Persone e famiglie intere sono prese di mira, perseguitate ed uccise da armi ad energia diretta (" DEW"). Degli innocenti sono sottoposti a ció che si chiama la " morte lenta" o " slow death". Le cellule del corpo sono danneggiate, come pure il sistema nervoso, che conduce a malattie di decomposizione, a arresti cardiaci…

Le persone prese di mira sono raggiunti direttamente nei loro pensieri, nelle loro sensazioni e nel loro comportamento dalle armi psicofisiche. Queste armi sono utilizzate in segreto ed a distanza, cosa che permette a bruti perversi appartenenti al settore militare ed ai servizi segreti di torturare e di assassinare degli innocenti. Tutti i diritti umani esistenti sono calpestati, senza che le vittime possano beneficiare di un aiuto qualunque dalla giustizia

I siti Internet dove le vittime di questi crimini si riuniscono sono il loro solo sostegno.
Permetteremo questo spargersi di violenza fino al punto di non-ritorno?
Questi bruti non ignorano che l' esistenza di tali armi è protetta dal segreto difesa, e che il loro utilizzo non può essere provato.
E' davvero urgente che i mass media ed il mondo politico considerino finalmente questo problema.
Ci occorrono leggi perché gli assassini siano perseguiti ed i cittadini siano protetti efficacemente. La Russia e lo Stato di Michigan hanno esteso le loro leggi con
buon senso, ma senza sradicare il problema.
Ricordate la seconda guerra mondiale.
La NSDAP ha guadagnato il potere combinandosi al grande capitale che l' ha incoraggiato, sfruttando una popolazione assalita dal terrore. Una volta installato il terrore, gli appartenenti alla resistenza venivano fucilati e le parti politiche venivano ridotte al silenzio. Non c'era nessuno per impedire i convogli verso le camere a gas o le sperimentazioni in questo quadro sugli umani da parte di medici come Mengele. Le cose sono andate così lontano che abbiamo quasi raggiunto il crepuscolo dell' umanità
Perché non c'è stata reazione politica a tempo debito, in altre parole, prima che l' indottrinamento ed il terrore abbiano fatto la loro opera? Una guerra mascherata, insidiosa, s' installa poco a poco nei corpi, negli spiriti e nelle vite. La duplicità è il suo principale attrezzo nell'opinione pubblica. Non facciamo che succeda di nuovo

Martin Luther King dichiarava: " Dobbiamo noi diffidare di quelli che ci promettono la sicurezza a scapito della nostra libertà. Dobbiamo riconoscere che una parte del prezzo della libertà è l' insicurezza ma che il prezzo della sicurezza totale è la crudeltà, la schiavitù "

Un dovere speciale di vigilanza spetta all' Europa, sporchi giochi vengono condotti a danno della nostra democrazia senza reazione alcuna, né barriere politiche.
Allora, un'altra volta non c'è limite al terrore?

Vi preghiamo di non spostare il vostro sguardo altrove, sarebbe troppo grave.
Cerchiamo di trovare un autentico sostegno in qualsiasi parte d'Europa, e di arrivare a misure efficaci.

sabato 13 giugno 2009

sintomi, forum e manifestazione di Strasburgo

la mia vicenda di persona spiata, i sintomi che ho a livello psicofisico e la loro progressione, ha molti punti in comune sia con le cosiddette vittime di mind control, altrimenti chiamati anche T.I target Individuals, che con coloro che sono stati rapiti dagli alieni, i cosiddetti addotti, nonche' con un'assortita schiera di autentici squilibrati che scrivono sempre le stesse cavolate su diversi blog e forum su internet, in preda alla paranoia piu' totale, e purtroppo alla disperazione piu' nera.

E' brutto da dire, ma purtroppo la linea di demarcazione fra una sana determinazione a scoprire da dove arrivano i propri guai, a come difendersi, e l'ossessione malata, che ripetuta continuamente diventa delirio paranoico e' molto sottile , e a volte si interseca con una certa inclinazione che abbiamo tutti ad esagerare i nostri problemi.
in preparazione della mia partecipazione alla manifestazione di Strasburgo di fronte alla Corte Europea dei Diritti Umani sto leggendo vari forum e siti, perlopiu' in inglese ma ad esempio su www.fedame.org ci sono sezioni in varie lingue, ed e'per me difficile farsi un'idea di chi sia sano di mente e chi un mitomane, o peggio un disinformatore, e' una vera giungla.
ci sono comunque dei punti fermi:

si da' per assodato, anche su siti molto seri e ben documentati, che siano portate avanti dagli anni 50 molteplici sperimentazioni su esseri umani non consenzienti, vale a dire vittime inconsapevoli usate come cavie da laboratorio, da parte sia di multinazionali, cioe' imprese private a scopo di lucro, che di servizi segreti al servizio di governi e di apparati parastatali. su progetti ufficialmente terminati, come mkultra e camelot sono stati declassificati alcuni archivi storici della cia che lo provano, nonche' fatte pubbliche scuse in merito. Nessuna vittima credo abbia avuto risarcimenti ne' nessuno dei colpevoli credo sia andato in galera. Ma il problema e' che non si sa assolutamente nulla dei progetti che sono in corso ADESSO!
certo si fanno tante ipotesi. Pero' nessuna prova concreta. Discorso a parte per il progetto internazionale HAARP, che provoca fra le varie cose le scie chimiche, per cui il comitato italiano Tanker Enemy e' riuscito a dimostrare l'irrorazione di sostanze a base di metalli pesanti sui nostri cieli, ma le cui prove vengono ignorate, le irrorazioni criminali continuano, e i promotori del sito devono continuamente difendersi da controinformatori, depistatori, hackhers e minacce di vario tipo. Pero' loro hanno perlomeno ottenuto dei risultati concreti e dimostrabili, non possono piu' essere presi per pazzi visionari, mentre per le sperimentazioni segrete che riguardano il controllo della mente umana e i microchip non mi risulta che ci siano delle prove vere e proprie in questo senso, anche se ci sono migliaia di presunte vittime.

Circa il MindControl si parla dell'esistenza attuale di diversi progetti su larga scala di cui si occupano in modo top-secret enti sotto copertura di diversa provenienza, che molte volte non comunicano fra loro o sono in competizione, proprio per questioni di segretezza e timori che anche le minime informazioni possano filtrare all'esterno. dei progetti attuali si possono reperire solo delle testimonianze di ex soldati,ex agenti, ex qualsiasi cosa, e naturalmente di coloro che sono, o meglio credono di essere, le vittime. Costoro lamentano sintomi simil¡, dal sentire voci offensive artificiali ossessivamente ripetute nella propria testa, a disturbi elettronici ed elettromagnetici, a molestie sessuali a distanza, e hanno simili esperienze di gang stalking o teatro di strada da parte di sconosciuti che li seguono e li infastidiscono, e che sembrano conoscere dettagli privati delle loro vite.

Ammetto di avere alcune riserve su tante cose che vengono dette su questi forum e siti di vittime del mind control, a partire dal fatto che in mezzo ci sono testimonianze false messe apposta per inquinare le acque, ci sono cose che non quadrano, poi ognuno di loro sembra molto preso da se stesso e dalla sua propria storia personale, certi scrivono ogni dettaglio di luoghi dove vanno, nomi, frasi, caricano foto e video a tonnellate, alcuni sembrano fare a gara fra chi sta peggio...boh.
forse e' gia' tanto uscire dal guscio e riuscire a dire certe cose, che non bisogna pretendere troppo. Infatti per me e' stato un sollievo vedere che tantissime persone hanno avuto delle esperienze simili alle mie, non potremo mica essere tutti pazzi. Il solito mal comune mezzo gaudio, ma non solo, perche' mi sono resa conto che si tratta di esperimenti organizzati su larga scala, dove sono state scelte persone in base a determinate caratteristiche. Quali siano queste carattestiche non lo so. Forse andare a Strasburgo mi dara' qualche idea in piu'.
Pensavo di distribuire dei test anonimi anche per capire quanti fra i target abbiano fatto uso di droghe e quali, e se qualcuno di loro abbia sperimentato reazioni particolari con la cocaina, a livello sia mentale che fisico, e gang stalking particolarmente violento e invasivo, con sequestri in casa propria, somministrazione di sonniferi nascosti in acqua e bibite, manomissione di auto e motori, sparizioni di soldi e documenti, procurati shock elettrici, ferite da armi ad energia diretta sulla pelle eccetera.
Sarebbe anche da indagare in modo approfondito l'effetto dell'alcaloide della coca sul cervello, sicuramente si ha una stimolazione neurologica
Ho notato che alcuni hanno avuto le diagnosi di malattie gravissime che poi si sono rivelate infondate, o i referti manomessi, come e' successo a me, e questo fatto mi riporta all'evidenza che in questo genere di complotti e' sempre pesantemente coinvolta una grossa azienda farmaceutica che investe un grande budget in ricerca, nonche' la fetta di classe medica che si dedica alla vivisezione, in questo caso di animali umani.

E' abbastanza terrificante la constatazione, fatta da diverse persone su questi forum, che i sintomi che si provano siano gradualmente sempre peggiori nel tempo, e man mano che si aggravano la vita quotidiana ne risente in modo sempre piu' pesante.
Proprio ieri sera mi ero messa in terrazza a guardare un gran cielo stellato, e mi chiedevo ancora per quanto potro' farlo, e mi era venuto un gran magone perche' sento che la mia vista sta peggiorando in modo sempre piu' veloce, i miei occhi hanno disturbi sempre piu' strani, la mia visione si va modificando giorno per giorno, ho l'impressione che mi vengano a mancare progressivamente dei pixel al nervo ottico o alla corteccia celebrale, come se al quadro che ho davanti mancassero tanti minuscoli tasselli...e non c'e' un cazzo di nessuno che mi possa aiutare..

riepilogando, i sintomi che ho attualmente agli occhi sono:
diminuzione progressiva della messa a fuoco
fastidi alla visione: vedo le cosiddette“mosche volanti” o qualcosa del genere, vedo aloni e raggi nelle luci sia elettriche che naturali, mi urtano le luci elettriche, di molte cose vedo i contorni doppi, vedo alcune luci piccole “doppie e sfasate”, ad esempio le spie luminose, le stelle, e le vedo diverse da occhio ad occhio.
sensazione di avere una vista “artificiale” come se stessi guardando attraverso un computer.
Luci mobili: se fisso delle luci ferme per alcuni secondi, dai lampioni alle stelle alla spie degli elettrodomestici, queste iniziano a vibrare, a muoversi su e giu' o a destra e a sinistra dalla loro posizione, pur rimanendo esattamente nello stesso posto.
dolori agli occhi, secchezza, occhiaie, occhi infossati, nervi oculari contratti, sensazione di corpo estraneo negli occhi, macchie oculari nella sclera dette “pinguecola”

sintomi che ho alla testa
emicrania al mattino al risveglio, dura circa un'ora e diminuisce gradualmente fino a sparire
ronzio costante, rumore di fondo nella testa che si amplifica nel silenzio. Questo ronzio forte e molto fastidioso, come di un motore o di una macchina, sta aumentando di giorno in giorno, era presente anche prima ma ad un livello basso e quasi impercettibile. E' diventato fortemente disturbante da quando mi sono trasferita in aperta campagna, a 800 mt sul livello del mare e lontano da centri abitati. Quando mi reco in paese o in citta' sembra diminuire, ma forse e' solo una mia sensazione perche' se mi metto in una stanza di citta', da sola e in silenzio ecco che riappare fortissimo.
Orecchie che fischiano: ogni giorno quasi ad intervalli regolari sento un fischio che parte da un orecchio, di solito il destro, e si amplifica nell'altro.
Tappi nelle orecchie: sento che un orecchio si chiude, od entrambi , come quando si va in montagna e si hanno degli sbalzi di pressione.
Sintomi sulla pelle: La pelle appare piu sottile e trasparente, perde elasticita', si contrae.(sono gli stessi sintomi dell'invecchiamento, lo so, ma compaiono di colpo e non gradualmente). Si notano tutte le vene anche piu piccole e le cicatrici molto vecchie che erano precedentemente sparite, cambiano i colori ed assumono diverse sfumature. (Questo e'anche un effetto delle tecnologie di controllo a distanza che usano il sistema elettrico, infatti lo stesso fenomeno accade anche su muri e mobili, ad esempio sul legno si cominciano a notare tutte le minime striature e le parti che sono state incollate durante il montaggio, sulle pareti si notano le minime imperfezioni e le singole pennellate di colore.)

Includo nei sintomi anche quelli piu' controversi che possono significare anche un condizionamento mentale o ipnotico fatto nei miei confronti, come il mio compiere azioni meccaniche senza averne coscienza se non subito dopo, la perdita selettiva di memoria, i pensieri ricorrenti e ripetitivi, e per contro l'impossibilita' o l'estrema difficolta' a concentrarmi su certi argomenti, l'orribile sensazione di essere osservata e spiata anche nei propri pensieri piu' intimi, che porta sia me che altri ad avere spesso fantasticherie per evadere la difficile realta', ma di cui e' protagonista una terza persona, nel mio caso un po' inventata dalla fantasia e un po' presa in prestito da qualcuno che ho conosciuto.

Ho imparato recentemente che e' molto pericoloso fare questo tipo di sogni ad occhi aperti, perche' si corre il rischio di creare dal nulla delle entita' astrali che ci succhiano energia, e che una volta formate dalle nostre stesse forme-pensiero cominciano ad avere vita propria, e ad assumere il controllo di una parte sempre maggiore della mente. Cominceranno quindi ad apparire nei nostri pensieri anche quando non vogliamo assolutamente distrarci, ci impediranno la concentrazione, cercheranno di condizionare i nostri pensieri e le nostre azioni, di solito aggrappandosi a desideri molto “terreni” per sottrarci linfa vitale.
Le fantasie che produce la nostra mente non sono affatto innocue, anche se a me personalmente hanno salvato la vita in diversi periodi di profonda crisi e depressione.. il problema e' quando le confondi con la vita reale e quando iniziano senza che tu te ne renda conto...sara' anche questo mind control?

venerdì 12 giugno 2009

ognuno crea la propria realta': implicazioni esoteriche di mind control e abdutions

arieccomi qua, alle prese col mio specchio, ma quanta fatica per riuscire a mettersi a scrivere!
sembra quasi ci sia qualcosa dentro di me che voglia impedirmelo... cerco una scusa, mi ripeto che ho altre cose da fare...e rimando, rimando sempre.
forse ho paura? qualcun altro ha paura? io si ne ho, lo ammetto, ho paura di fissare sulla carta e rendere visibile al mondo una realta' scioccante, che ho rifiutato io per prima per anni.
ho anche paura di fare ordine nel caos di questo periodo, ed essere costretta a tirare delle somme...ma tanto qualsiasi conclusione e' sempre provvisoria.
e tanto anche se mi tolgo delle paure a livello conscio, so che sono le emozioni a livello inconscio che comandano, e su quelle nessuno di noi esseri umani ha il controllo.
ho notato che i post in cui ho cercato di scrivere le mie esperienze di vita spiata sono pochi ma molto lunghi, assolutamente inadatti ad un blog e ad internet in generale. vedo di schematizzare la situazione e aggiornarla contemporaneamente con alcuni degli ultmi sviluppi di maggio 2009.

- dall'ottobre 2002 mi sono resa conto di essere spiata da un'organizzazione non meglio identificata, che tramite agenzie di investigazione, militari e criminali di strada ha pesantemente condizionato la mia vita in ogni suo aspetto: quotidiana, affettiva, lavorativa, economica, familiare, di salute ecc ecc

- questo spionaggio a distanza risaliva sicuramente ad anni prima, di sicuro 2 ma forse molti di piu', viene portato avanti in modo sistematico e a tempo indeterminato, cioe' finche' il target e' in vita. (altrimenti non comprerebbero appartamenti situati strategicamente rispetto alla residenza del target, ne'cercherebbero di impedire il suicidio)

- gli spioni mi controllavano "discretamente" da lontano, limitandosi ad ascoltare le mie conversazioni e a pedinarmi, tranne quando volevo fare uso di una particolare sostanza psicoattiva: la cocaina. in questo caso uscivano allo scoperto e cercavano di impedirmi con ogni mezzo che la usassi. contemporaneamente io sperimentavo un craving (una voglia compulsiva) del tutto insolito verso questa sostanza, probabilmente indotto dall'esterno da qualche sperimentazione a cui sono stata sottoposta, o come effetto collaterale di sostanze che mi sono state somministrate, il tutto ovviamente senza il mio consenso, a mia totale insaputa.

- ho fatto varie indagini e nel tempo mi sono trovata a che fare con dei contractors, con militari in camice bianco, con falsi poliziotti e con falsi medici, ho assistito all'uso di tecnologie fantascentifiche, ho subito misure dissuasorie di tipo mafioso, cioe' minacce, vandalismi e distruzioni di cose, vendette trasversali nei confronti dei miei familiari, procurati incidenti e procurate malattie.

- ho desistito nell' intento di voler dimostrare la mia verita'a livello ufficiale dopo che mi sono resa conto che nessuno voleva o poteva credermi, ma solo dopo aver perso un sacco di tempo e di energie, nonche' aver rischiato varie volte la vita. sto cercando di rendere pubblica la mia situazione attraverso internet per testimoniare la mia esperienza in caso di eventi imprevisti, e per aiutare altre persone nelle stesse condizioni, visto che ne esistono migliaia e quasi tutti sono soli, isolati, rassegnati. sempre tramite internet mi sono messa in contatto con alcuni attivisti e associazioni di "vittime di controllo mentale", con cui mi sembra di avere molti punti in comune.

-ho sperimentato il disinteresse, l'incredulita' e la derisione da parte di amici, familiari e delle forze dell'ordine, e ho sperimentato alcuni tentativi di coercizione in strutture psichiatriche. mi sono resa conto che vengono considerati pazzi anche coloro che sono piu' sensibili e intelligenti degli altri e non reggono le maschere di una realta'bigotta, che in effetti e' un'illusione totale, imposta da un elite'mondiale che mantiene la popolazione nell'ignoranza .

- da queste esperienze di grande sofferenza ho iniziato un percorso spirituale per cercare di risvegliare la mia coscienza. mi sono resa conto che e'l'anima la chiave di tutto, e per conoscerla devo osservare e comprendere la mia mente. sto cercando la verita', qualunque essa sia, e non ho piu' paura ne' per me ne' per chi mi sta intorno. questa e' la missione che sento devo portare avanti, e spero di riuscirci.

- non so chi siano coloro che mi spiano, ma probabilmente si tratta di una divisione medica di un'organizzazione militare pseudosegreta, presente a livello internazionale, e che ovunque nel mondo ha dei referenti locali a cui si appoggia, che ritrovo puntualmente dovunque vada. quindi non basta loro il controllo da remoto, per via satellitare o tramite sofisticati sistemi di spionaggio a distanza, hanno bisogno di starmi vicino fisicamente. (a volte si avvicinano a pochi metri e mi puntano una specie di palmare, ricaricando, credo, dei microchip che mi hanno impiantato nel corpo). si tratta quindi di sperimentazioni militari nel campo genetico, psichico, mentale, animico, di cui esiste una sterminata documentazione su internet, su siti di controinformazione e anche di ufologia, dato che e' ormai accertata la collaborazione con razze aliene per l'effettuazione di "abductions".

- recentemente ho fatto notevoli progressi nel cercare di capire il perche' della mia vitaspiata,sapere il motivo preciso per cui hanno scelto me, mi seguono da anni e controllano ogni mia parola ed ogni mio atto, condizionando ogni mia decisione e dandomi probabilmente degli ordini a livello ipnotico, che poi non ricordo a livello cosciente.

- continuandomi a porre siffatti koan (domande senza risposta) sono entrata sempre piu' in una ricerca spirituale che mi porta a curiosare e sperimentare in vari percorsi, nonostante la mia celeberrima pigrizia, e nonostante tutti i miei limiti e difetti, e da questa sperimentazione sto imparando che:

- il mio conscio, il mio pensiero razionale, e' solo il 5% della mia mente, che e' la parte che controllo a livello logico e che mi illudo governi la mia vita, mentre tutto il resto, il 95% e' totalmente sconosciuto. basti dire che la mente inconscia dirige ogni nostra funzione vitale, dalla respirazione, a forze potentissime quali il sesso, i sogni, i desideri. e'su questa parte che le organizzazioni segrete agiscono per i loro scopi, utilizzando tecniche di manipolazione della memoria, suggestioni ipnotiche, conoscenze esoteriche, facendo eseguire comportamenti meccanici di cui non si ha poi coscienza.
-dal credere di subire la realta' esterna sono passata a credere che la realta' oggettiva non esiste, perche' sono in grado di vedere solo cio' che e' dentro di me e che rifletto all'esterno. mi spiego: ogni persona si crea la propria realta' in base alle esperienze che deve fare la sua anima per evolvere su questo pianeta, che poi e' il motivo per cui si nasce migliaia di volte, fare esperienze e progredire tramite il dolore, l'amore, l'accettazione, il servizio verso il prossimo.
cominciare a pensare in questo modo, ribaltando i luoghi comuni, mi ha fatto capire che non sono affatto una vittima, e nessuno al mondo e' mai solo una vittima perche' e' egli stesso che crea i propri carnefici e se li attrae nella vita. solo che non lo sa.
evidentemente questa rivelazione, insieme a varie altre cosucce che non e' il caso di dire in questa sede, mi sta facendo riconsiderare tutta la situazione "spionaggio" da un punto di vista esoterico. diciamo che e' utile distaccarsi dal punto di vista personale, vedere gli avvenimenti da lontano, come se appartenessero a qualcun altro, e soprattutto non come un susseguirsi casuale di "cose che capitano" ma come pezzetti di un grande disegno prodotto all'interno di noi stessi.
dobbiamo ringraziare ogni disgrazia. sembra assurdo ma e' cosi'.
"Se continui a credere in quello che hai sempre creduto, se continui a pensare come sempre hai pensato e se continui ad agire come sempre hai agito, otterrai quello che sempre hai ottenuto." dice una bellissima frase, e io con il vecchio modo di pensare e di credere non sono arrivata a niente, mentre cambiando la prospettiva con cui vedo la realta' mi si e' aperto tutto un mondo di possibilita' e di considerazioni finora impensabili.
attenzione, questo non vuol dire che le indagini non vadano fatte, o che non si debba lottare per i propri diritti, o che i delinquenti che mi hanno distrutto la vita non vadano perseguiti, significa che essi stessi sono pedine all'interno di un gioco molto piu' grande e che fa parte di un altro piano di realta', di una dimensione che saremmo in grado di capire se solo usassimo quel 95% del nostro cervello che invece e'per noi irraggiungibile.

sapere che io stessa ho attirato nella mia vita questa situazione e' per me un grosso stimolo a svegliarmi. evidentemente il mio se' superiore vuole uscire da matrix, e mi ha messo di fronte a delle prove... e come nel film Matrix ci sono milioni e milioni di zombie che credono di vivere ma in realta' sono addormentati nei loro bozzoli, sognando una realta' virtuale, e si accontentano di questa illusione. Ma su milioni di persone ce ne sono pochissime che si ribellano, lottano e riescono ad uscire dal sistema, da Matrix appunto, anche se ultimamente sembra che la massa critica si stia diffondendo, almeno sul web.
il percorso di rottura delle catene e' molto rischioso e difficile, si va per tentativi e sbagli, e tante volte si ha la tentazione di tornare indietro, alle comodita', a guardare la tv spaparanzati sul divano, a mangiare popcorn ed assorbire quintali di messaggi subliminali, ma una volta intrapreso un cammino di risveglio qualcosa succede, sempre.
certo quello che puo' succedere e' che si vada del tutto fuori di testa, o che ci si metta in situazioni senza via d'uscita, tipo manicomi, carceri, dipendenze, che si parta per la legione straniera o che si vada in eremitaggio lontano dal mondo, o puo' anche succedere che il fisico non regga il cambiamento, i rischi sono molti.
io pero' voglio anche sperare in un'apertura graduale, armoniosa, che salvaguardi la propria salute fisica e mentale, cercando di stare sempre all'erta perche' ogni nostro giorno in questo paradiso puo' essere l'ultimo, e quindi dobbiamo tenerci caro ogni attimo che passiamo su questo pianeta.
ma tutto cio' cosa centra con la mia vitaspiata?anch'io pensavo non c'entrasse nulla, invece anche questa tessera del puzzle si incastra proprio al suo posto, non appena avro' scoperto un punto chiave che ancora mi manca, ma ci sono vicino. questo punto chiave e' al momento nel regno dell'intuzione e non e' esprimibile a parole, ma sto cercando di togliergli il velo che ha davanti.
ho scoperto che alcune mie considerazioni sono comuni anche ad altre persone che hanno delle esperienze simili alle mie, e ne ho contattate diverse, sia in italia che all'estero, sono diverse centinaia. contando anche coloro che impazziscono, si suicidano o vengono uccisi, internati, si arriva a diverse migliaia di persone.
su internet ho letto storie di t.i. (targeted individuals, bersagli) che fanno supporre l'uso la sperimentazione estesa di tecnologie di condizionamento mentale, spionaggio laser, proiezione di ologrammi, tecniche di realta' virtuale,armi a microonde e ad energia diretta, un uso massiccio di gang stalking e falsi poliziotti.
questa gente per ora non viene presa sul serio, ma come me, dopo averne passate di ogni colore, si diventa determinati, e si impara a fregarsene dei giudizi altrui, guardando all'obbiettivo e al supporto reciproco, che sono poi le cose importanti.
alcuni di questi target si stanno organizzando e propongono diverse iniziative, e sono molto informati su ogni tipo di argomento, dalla politica del complotto, all'informatica, alla storia dei servizi segreti, a come proteggersi da queste tecnologie nocive usate per tenerci sotto controllo.
sicuramente tutte queste persone, me compresa, non sono state scelte a caso, c'è'dietro una strategia precisa. bisognera' scoprire se la scelta viene fatta per una questione fisica particolare, magari una combinazione di DNA, gruppo sanguigno, anticorpi, costituzione, malattie pregresse, storia personale, e se viene fatta all'interno di determinati gruppi sociali di cittadini, ad esempio fra chi e' stato gia' psichiatrizzato, o detenuto, o se viene analizzata la mente dei possibili target nei suoi aspetti meno conosciuti, sciegliendo solo coloro che hanno una conformazione mentale adatta, ad esempio, o ha i neuroni che rispondono meglio agli stimoli, o scegliendo fra quel 20% circa della razza umana che possiede l'anima.
(questa cosa pazzesca non la dico io, ma diversi esoteristi nonche' scienziati, che riferiscono di sperimentazioni per impiantare l'anima umana dal corpo del suo legittimo proprietario a un corpo "copiato" per ricaricarlo d'energia.)

Gia', perche' nel frattempo ho letto diversi documenti del prof. Riccardo Malanga ed altri scienziati che si occupano di abductions, (rapimenti alieni), visto che i rapiti hanno diversi "sintomi" in comune con la mia condizione, hanno disturbi di cui i medici non capiscono nulla, vengono presi per pazzi o per mitomani, perdono molte volte il lavoro, sono costretti al silenzio, messi sotto controllo da organizzazioni militari, sono impotenti e soli di fronte a forze molto piu' grandi di loro, eccetera.
ho fatto un test di autovalutazione online sul sito di stargate ed e' risultato, come mi aspettavo, e' negativo. non sono un addotta da parte di alieni, ma probabilmente lo sono da terrestri, e sinceramente non so quali delle due sia peggio!
ho poi avuto qualche indicazione da un collaboratore di Malanga per effettuare il cosiddetto "simbad", uno psicodramma autoindotto, e cercare di neutralizzare eventuali corpi estranei, microchip impiantati o comandi ipnotici introdotti, che credo di avere. purtroppo sinora non ha funzionato, o meglio il procedimento ha funzionato a meta', ma so di essere sulla buona strada. il problema e' che la mia controparte occulta avra' immediatamente preso provvedimenti, boicottandomi l'autoipnosi. i risultati del simbad infatti sono di un parziale blocco alla visualizzazione, una conseguente mancanza di volonta' animica, che pure si presenta, e una presenza invasiva ma nascosta di un militari in camice bianco.
(per capire cos'e' il simbad e come si svolge rimando ai siti di malanga)

sono sicura che l'ipnosi regressiva, l'autoipnosi e la programmazione neurolinguistica sono assolutamente indicate, nel mio caso, per riuscire a ricordare episodi rimossi, per far riaffiorare episodi dimenticati, volti, luoghi, esperienze effettuate in stato di incoscienza, e per tutti in genere sono tecniche da approfondire per avere una maggiore conoscenza della propria mente, in modo che controllarla da parte di organizzazioni militari, servizi segreti, alieni o chicchessia, diventi impossibile.

lunedì 8 giugno 2009

per i target come me i blog sono armi a doppio taglio

rieccomi qua.
da piu di un mese non ho aggiornato questo blog, e non e' stata solo pigrizia, anche se sono sempre stata afflitta da questo problema, direi che e'un difetto cronico anzi congenito...da parte di entrambi i genitori.
non ho scritto nulla in questo periodo per alcuni precisi motivi, fra cui:
~ tenere un blog nella mia situazione di persona spiata e' un'arma a doppio taglio. scrivo la mia testimonianza per i posteri, ok, lascio un segno di quanto mi sta capitando, ma contemporaneamente scrivo anche i miei pensieri e forse lascio capire le mie intenzioni ai miei nemici, in pratica do' un ulteriore vantaggio agli spioni organizzati, che cosi' riescono ad accedere ad ogni parte intima della mia vita seguendo i miei ragionamenti, oltre che i miei spostamenti.
a meno che non siano gia' in grado, come molti ipotizzano, di leggere nel pensiero tramite opportune tecnologie a distanza di mind control. io a questa ipotesi ci credo, perche' mi sono resa conto sulla mia pelle che niente e' impossibile, ma non so se sia vero nel mio caso. per verificarlo ho fatto pochi tentativi, che quindi a livello scientifico non sono rappresentativi come esperimento, pero' posso dire che tutte le volte che ho pensato di mettere in atto un certo comportamento, attendendomi una certa reazione da parte degli spioni, questa reazione c'e' sempre stata.
ad esempio per un breve periodo pensavo in continuazione di sparire dalla circolazione, far perdere le mie tracce, e visualizzavo anche scene mentali in cui entravo nel retro di supermercati o centri commerciali ed uscivo con addosso altri vestiti e senza ne' cellulare ne' documenti personali, e solo contanti, scappando confondendomi tra la folla. ebbene nei due/tre mesi successivi ho avuto sempre gli spioni che mi seguivano a vista, in ogni negozio, in ogni parcheggio, ovunque andassi! cioe' non si limitavano come al solito ad aspettare nei paraggi, ma entravano alla coop o al lidl, di solito deserti perche' sceglievo orari strani, e gironzolavano fra gli scaffali, cercandomi con la coda dell'occhio...

~ il motivo principale per cui ho aperto il blog vitaspiata e' stato quello di testimoniare la mia storia, di fissarla in qualche modo e renderla pubblica, anche se non completa di nomi date e luoghi, almeno per ora.
allo stesso tempo non voglio fissarmi con lo scrivere un diario vero e proprio, ne'pormi delle scadenze per aggiornarlo, prendermi degli impegni. da una parte vorrei farlo perche' scrivere mi e' sempre piaciuto, solo che mi ha sempre portato sfiga. i vari diari che ho tenuto hanno fatto una brutta fine, sono stati letti dalle persone sbagliate e i miei carteggi mi hanno messo nei casini e tolto la voglia di diventare una scrittrice.
inoltre va sempre ricordato che ogni forma di tecnologia che usiamo e' una forma di controllo per chi ci spia, quindi anche internet, come ogni mezzo di comunicazione odierno, e' un'arma a doppio taglio. dovremmo cercare di usare meno strumenti tecnologici possibili, eliminare la televisione, il cellulare, ma anche l'automobile, la moto...e usare sempre vestiti e scarpe diversi, visto che anche su questi e' facile introdurre dei minuscoli trasmettitori spia.

~ non ho scritto anche per non ripetermi, di paranoie ne ho gia' piu' che in abbondanza e voglio vivere comunque la mia vita, nonostante "loro", nonostante mi renda conto di essere sotto controllo fisico e tecnologico, e quindi non sono ritornata su queste pagine per costringermi a pensare ad altro.
in un angolo della mia mente ho anche il timore che scrivendo qui, quindi in un certo senso investigando su quanto succede a me e ad altri target, mi attiro la loro vendetta trasversale, attiro su di me e sui miei familiari od amici le loro infamita' di stile mafioso, dai furti ai procurati incidenti... e gia' successo, e mi sono ripromessa solennemente, se dovesse capitare di nuovo, di reagire a mia volta moltiplicando il mio attivismo e la mia ribellione alle loro minacce.

premesso tutto cio', in questi giorni ho deciso di fare un piccolo riassunto di quanto ho vissuto, pensato ed elaborato nel mese di maggio 2009, che e' stato molto fruttuoso, con intuizioni e pensieri, incontri e scoperte di connessioni inaspettate.
riferendomi allo spionaggio di cui sono oggetto involontario, tante tessere di questo puzzle vanno lentamente ricomponendosi, ed anche pezzi che sembravano totalmente estranei al gioco finiscono per combaciare perfettamente in un grande quadro d'insieme, che solo ora riesco ad intravedere in qualche sua parte.
per il disegno finale spero di dover aspettare ancora poco, visto che i tempi sul pianeta si stanno paurosamente accellerando. la verita'saltera' fuori. presto.

Lettori fissi